Ultima modifica: 4 aprile 2017
Istituto Tecnico "J. Sansovino" > Progetti in corso > Erasmus+ [Azione chiave 1]

Erasmus+ [Azione chiave 1]

Studente-scuolalogo_erasmus+

Programma Erasmus+ (presentazione)

Azione Chiave 1- Mobilità individuale nel settore dell’istruzione e della formazione (KA1 VET).

PROGETTO E-Tourism 2016

N. 2016-1-IT01-KA102-005187

PROVE ORALI: modalità  di conduzione del colloquio

COMUNICATO: Clicca qui

BANDO: Clicca qui

MODELLO DI DOMANDA: DOMANDA DI AMMISSIONE ERASMUSPLUS_E_TOURISM

GRADUATORIE DEI CANDIDATI AMMESSI: Spagna graduatoria_erasmus_spagna; Francia graduatoria_erasmus_francia; Austria graduatoria_erasmus_austria; Lingua inglese graduatoria_erasmus_inglese

DESTINAZIONI E PERIODI DI MOBILITA’: 

Estratto del progetto

PRESENTAZIONE

Il progetto “E-TOURISM” 2016 è rivolto a 110 studenti di un consorzio di istituti di istruzione scolastica delle province limitrofe di Treviso e Venezia: IT “J. SANSOVINO” (istituto coordinatore di consorzio) e IIS “Scarpa”di ODERZO (TV) – Ipssar “G. MAFFIOLI” di CASTELFRANCO VENETO (TV) – ITC “L.B. ALBERTI” e I.T.I.S. “V. VOLTERRA” di S. DONA’ di PIAVE (VE) – ITC “LAZZARI” di DOLO (VE) e IT “MAZZOTTI “ di TREVISO.
Il progetto rappresenta la continuazione ideale e l’ampliamento dell’edizione “E-TOURISM” 2015; il tema attorno cui è articolato è il marketing del territorio e delle sue risorse turistiche quale strumento di promozione e stimolo allo sviluppo locale in chiave internazionale.
Il progetto guarda ai mutamenti che stanno interessando l’ambito turistico: per attirare i flussi turistici verso territori collocati nell’entroterra, ed insieme affrontare il cambiamento del turismo 2.0, la prima condizione è agire sull’istruzione e la formazione dei futuri operatori del settore.
I profili formativi coinvolti sono riferiti all’ambito amministrativo, turistico, linguistico, ICT, Grafica e Comunicazione, ristorazione e ospitalità alberghiera.
Sono profili coerenti e complementari per un’offerta turistica competitiva in un territorio relativamente poco conosciuto al grande pubblico. Tuttavia la specifica competenza professionale da sola non è sufficiente se non sostenuta dalla padronanza di competenze chiave: in particolare la capacità di comunicare efficacemente nelle lingue straniere, la competenza digitale, l’imparare ad imparare, lo spirito d’iniziativa e imprenditorialità, la consapevolezza interculturale. Il progetto perciò vuole offrire ai futuri operatori del settore occasioni formative che ne rinforzino il possesso. Ciò avverrà attraverso attività preparatorie e la mobilità nel corso dell’estate 2017; la mobilità avrà una durata di 5 settimane, di cui una di preparazione e 4 di stage in aziende a tempo pieno in Austria, Francia, Repubblica Ceca, Regno Unito e Spagna, in aziende ed enti il più possibile coerenti con i profili professionali dei partecipanti.
Ma la finalità più ampia del progetto è incentrata sulla necessità di promuovere la crescita personale dei giovani, intesa come capacità di affrontare scelte impegnative nel campo della progettazione di un proprio percorso formativo e professionale, e di agevolarne le possibilità di mobilità sociale e territoriale. L’esperienza permetterà loro di entrare in contatto con aspetti legati a cultura e civiltà dei luoghi destinazione, stimolando processi di scambio culturale, particolarmente importanti per giovani che opereranno in un settore a forte internazionalizzazione.
Il coordinamento tecnico del progetto è effettuato dal membro di consorzio FORTES Impresa Sociale, realtà veneta no profit operante nell’ambito dei programmi comunitari. Il percorso formativo all’estero rientra nell’Alternanza obbligatoria e come tale sarà validato dalle scuole di invio. I partecipanti riceveranno il Documento Europass Mobility.

 SELEZIONE

Le candidature verranno vagliate da una Commissione presieduta dal DS e composta dal referente di progetto, un docente di lingua per Paese, un docente di disciplina professionale/di indirizzo, il coordinatore della classe che ha espresso candidati. La selezione seguirà criteri comuni in tutte le scuole, e avverrà secondo criteri di equità e trasparenza tenendo conto di:

  1. elementi di carattere personale (affidabilità, responsabilità, puntualità/regolarità, adattabilità, tenacia, intraprendenza, forte motivazione), che avranno peso determinante;
  2. livello di conoscenza della lingua: la soglia minima di idoneità sarà B1 per gli Ist. Tecnici (in quest’ultimo caso di solito gli studenti hanno competenze linguistiche inferiori; verrà però richiesto impegno personale supplementare per arrivare a raggiungere livello B1 entro la partenza);
  3. situazione scolastica (considerando sia la media dei voti che la valutazione positiva di pregresse esperienze di stage estivi o di ASL), che peserà per il rimanente. A parità di punteggio, sarà data priorità a situazioni di genere o economico-sociali di fragilità.

COMPETENZE DA SVILUPPARE

Possiamo definire e delineare i risultati attesi della mobilità: lo sviluppo di più competenze-chiave di riferimento: la competenza digitale, la comunicazione nelle lingue straniere, lo spirito d’iniziativa e imprenditorialità, la consapevolezza culturale. Sarà importante per tutti, compatibilmente con le variabili personali di ciascun partecipante e di ciascuno stage, sviluppare abilità per: – Individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati nei contesti organizzativi e professionali di riferimento; – Utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete; In ogni tirocinio è previsto l’esercizio e lo sviluppo di competenze di indirizzo.

 CERTIFICAZIONE, VALIDAZIONE E RICONOSCIMENTO DEL TIROCINIO:

A fini della validazione dell’Unità di apprendimento portata a termine con la mobilità, ogni partecipante riceverà :

  • DOCUMENTO EUROPASS MOBILITA’
  • ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE alla mobilità
  • ATTESTAZIONE della preparazione linguistica seguita all’estero, e ATTESTAZIONE di effettuazione dello stage, rilasciati dall’ente ospitante
  • CERTIFICATO DELLE COMPETENZE: documento rilasciato da parte della scuola di invio, che va a certificare le competenze maturate in ogni situazione formativa formale, non formale e informale, previsto per l’Alternanza scuola-lavoro, percorso nel quale rientra la mobilità all’estero.

PREPARAZIONE

Prima della mobilità:

Preparazione linguistica: oltre alla preparazione online prevista dal programma Erasmus+, saranno attuati corsi di preparazione linguistica di potenziamento; inoltre è prevista la partecipazione ai corsi OLS on line forniti dall’UE.

Preparazione pedagogica: verranno proposti tre incontri di gruppo ed uno individuale, per arrivare a un progetto formativo personalizzato. Nel corso del primo incontro di gruppo, i ragazzi saranno guidati dal docente-tutor a scrivere il proprio CV e la lettera di motivazione. … Nel corso del secondo incontro di gruppo, saranno oggetto di riflesisone le competenze chiave, trasversali, da conseguire; verranno presentati i documenti i documenti che saranno utilizzati durante la mobilità. Il terzo incontro dovrà aiutare il partecipante a riflettere sui propri comportamenti, sulla padronanza delle conoscenze, sulla sua capacità di analizzare i problemi e di individuare modalità risolutive, e a promuovere la sua consapevolezza, orientandolo alla formulazione di corrette aspettative verso l’esperienza che lo attende, identificando conoscenze e competenze chiave e professionali che saranno messe in gioco. Sono anche previsti due incontri per la comunicazione di informazioni organizzative (viaggio, alloggio, rapporti con i tutor esteri etc), e l’approfondimento dei temi del progetto.